Vai alla presentazione di questo libro

Vai alla pagina con l'elenco degli e-book di Guido Pagliarino

Vai alla pagina LIBRI CARTACEI di Guido Pagliarino editi dopo l'anno 2001

 

RECENSIONE DI PASQUALE MATRONE SU "LA NUOVA TRIBUNA LETTERARIA" DEL ROMANZO "LE INDAGINI DI GIOVANNI MARCO CITTADINO ROMANO" DI GUIDO PAGLIARINO, PROSPETTIVA EDITRICE

Guido Pagliarino

LE INDAGINI DI GIOVANNI

MARCO CITTADINO ROMANO

Prospettiva Ed.,
Civitavecchia (Rm), 2007

Cristo continua a colpire e ad affasci-
nare chi ha la ventura di incontrarlo di
persona: senza 1'intermediazione più o
meno efficace e interessata degli addetti
ai lavori: direttamente, a tu per tu. E cioè
muovendosi nel grande mare di una do-
cumentazione a cui attingere il più pos-
sibile senza preconcetti o paradigmi e,
soprattutto, con una giusta e onesta mi-
stura di competenza, umilta, senso criti-
co e autonomia di giudizio. Cosa che ri-
esce a fare, con sapienza filologica e sto-
rica, con mente aperta e con animo poe-
tico Guido Pagliarino in
Le indagini di
Giovanni Marco cittadino romano:
un ro-
manzo quasi giallo, da inserire nel filone
della teologia narrativa, se ci si limita a
considerrne la superfide e se ci si ostina
a rimanere ancorati alla teoria dei generi
letterari... In realtà si tratta di un'opera di
ampio respiro il cui obiettivo fondamen-
tale è quello di una riflessione esistenzia-
le sul rapporto vita - morte, utilizzando
la figura del Nazareno non più e non so-
lo nella sua dimensione divina, ma an-
che e soprattutto in quella storica.
Da anni, Guido Pagliarino si occupa
di Cristianesimo a cui ha dedicate una
serie di libri:
Gesù, nato nel 6 'a.C.', croci-
fisso nel
30, Un approccio storico al Cristia-
nesimo, La vita eterna, saggio sull'immorta-
lita tra Dio e 1'Uomo, Cristianesimo e Gno-
sticismo...
Lo ha fatto e continua a farlo
con rigore scientifico e con la passione
di un poeta capace di immedesimarsi
nella sua ricerca per farne oggetto di
problematizzazione filosofica multidi-
mensionale e creativa. Fonti privilegiate
della sua indagine sono state
Gli Atti de-
gli Apostoli e,
soprattutto, il Vangelo di
Marco.
Marco, che è anche il protagoni-
sta del romanzo, è colui che, come so-
stiene Pagliarino, meglio di tutti ha sa-
puto evidenziare 1'enorme valore di tut-
ta la vita del Nazareno: egli ha il merito
di aver capito che era essenziale al mes-
saggio pure 1'uomo Gesù; è stato il pri-
mo a dare al mondo una ricostruzione
viva e reale di Gesù, senza affatto tra-
scurarne la divinità, narrando di questa
persona in uno stile immediato...
La considerazione che Pagliarino fa in
merito allo stile e al carattere di Marco è
la stessa che, da lettore abituale, sento di
fare nello scorrere le pagine culturalmen-
te e artisticamente intense del romanzo.
La padronanza piena dei contenuti, il co-
involgimento umano e la dimestichezza
con il mondo classico rendono la scrittu-
ra agile, elegante, essenziale, lapidaria,
schietta.
Ho conosciuto di persona Ferruccio
Ulivi, Mario Pomilio, Roberto Pazzi, tre
tra i tanti autori che si sono occupati di
Cristo. Oltre a leggere i loro libri ho avu-
to modo di sentirli parlare di quanto
avevano scritto... Questo mi consente di
essere in possesso di punti di riferimento
adeguati a farmi cogliere nel romanzo di
Guido Pagliarino energia e qualità desti-
nate a durare nel tempo.


                                Pasquale Matrone

(Da LA NUOVA TRIBUNA LETTERARIA n. 91)

(Da LA NUOVA TRIBUNA LETTERARIA 91)